Sport4Society

Una bussola nel mondo dello sport responsabile, per promuovere legalità e inclusione sociale

CHI SIAMO

COMITATO DIRETTIVO

Rinnovato nell’ultima Assemblea del 2016, è composto da:

Umberto Musumeci (Presidente)
Luca Corsolini (Vice Presidente)
Barbara Liverotti (Vice Presidente)
Claudia Balsamo (Consigliera)
Simone Zanetti (Consigliere)

SEGRETARIO GENERALE

Luca Musumeci

SOCI ONORARI

Andrea Zorzi
Jacopo Tognon
Massimo Zamuner
Maria Teresa Ruggiero
Andrea Lucchetta
Francesca Porcellato

logo-sport4society

LA NOSTRA STORIA ED IL NOSTRO PRESENTE

sport4society-2016

2016

Inizia una intensa attività per sviluppare ulteriormente la costituzione di partnership locali, nazionali e internazionali.
I primi quattro mesi sono dedicati alla preparazione del progetto “#CleanSport” sull’alta formazione per Dirigenti di organizzazioni sportive, presentato all’Unione Europea in collaborazione con la capofila Fondazione Lanza di Padova e le partnership di Università in Spagna, Turchia, Polonia, e due organizzazioni sportive in Croazia. Queste (e altre) collaborazioni saranno ulteriormente sviluppate in futuro su tematiche care alla nostra associazione.
Inizia anche l’attività con il Museo di Montebelluna nell’ambito della Mostra “Scienza e Sport” con l’organizzazione del Workshop del 26 Maggio su “Alimentazione e sport: non solo integratori….”, con la partecipazione del Dr. Walter Bertin (Labomar s.r.l.) e del Dr. Luigi Polo Gerbino (ULLS8- Montebelluna).

sport4society-2014

2014

Vengono messi a punto i temi che formano oggetto della Ricerca “Le sfide dello sport per l’Europa dei diritti: un percorso di legalità ”, che è stata poi oggetto della presentazione il 10 Giugno al CONI Lombardia. Lo spunto per questo appuntamento è venuto dalla ricerca condotta da Simone Grillo ed altri, che per quasi un anno hanno indagato la relazione tra sport e società, con particolare attenzione ad alcune problematiche: lo sfruttamento delle condizioni dei minori, il rischio di devianza determinato dal fenomeno del doping, l’infiltrazione del crimine organizzato nel mondo dello sport, le discriminazioni, la violenza del tifo organizzato. Sono intervenuti sull’argomento Sofia Maroudia di ActionAid Italia, Alessandro De Lisi, Direttore del Centro Studi contro le mafie- Progetto San Francesco, Cristina Marzagalli, Giudice al Tribunale di Varese e membro della Giunta Centrale dell’Associazione Nazionale Magistrati (ANM), Don Gino Rigoldi, Presidente di Comunità Nuova Onlus e Cappellano del carcere minorile “Beccaria”, Paolo Bertaccini Bonoli, Transparency International, Daniele Gilardoni, canottiere 11 volte campione del mondo. Ha moderato Elio Trifari, Direttore della Fondazione Candido Cannavò.
Milano 30 Settembre – La Presidenza Europea italiana invita S4S al Seminario sul tema “Match fixing: a key issue for sports integrity “ in connessione con l’incontro dell’Expert Group della Commissione Europea sul match-fixing. Uno sforzo di sistema per rafforzare e allargare i network italiani ed europei impegnati sui temi dell’integrità nello sport.

sport4society-2012

2012

Un accento particolare è stato posto sul tema del rapporto tra disabilità e sport, nel Convegno “Diversamente abili, ugualmente atleti” in occasione della Treviso Marathon . Il convegno, ospitato a Treviso nella struttura de “La Ghirada”, si inserisce nella prestigiosa cornice dell’Expo Run, una serie di appuntamenti a margine della Treviso Marathon, in programma nella città veneta il 4 marzo 2012. Tra gli altri, da segnalare la partecipazione di Mauro Scaletta, atleta amputato che correrà gli ultimi 7 km della maratona, dopo aver ricevuto virtualmente il testimone da altri tre atleti normodotati che percorreranno gli altri 35 km in una sorta di simbolica staffetta. Condotto da A .Frigo (La Tribuna di Treviso) l’evento ha visto i saluti di P. Speranzon, Ass.re Provinciale allo Sport, Politiche Sociali, Immigrazione, A. De Checchi, Assessore allo Sport di Treviso. Interventi di: L. Bardella (Vikingo Abilis Onlus), E. Bonacini Roadrunnerfoot), U. Musumeci (Sport4Society), G. Penso (Ass. Amici di Diego), V. Piutti (Treviso Marathon), M. Zamuner (AREP Onlus). Ha portato la sua esperienza personale Mauro Scaletta, atleta amputato.
La tematica affrontata a Treviso viene sviluppata il 20 aprile nel Convegno di Padova “Esiste un diritto allo sport?” con la relazione introduttiva di Jacopo Tognon (Docente di “Diritti umani e sport nel diritto dell’Unione Europea”) e la testimonianza – fra gli altri- di Carlo Durante, pluri-campione paralimpico di Maratona. Sono poi intervenuti U. Musumeci, presidente di S4S, il presidente di AREP Onlus M. Zamuner, che è a capo di una struttura d’eccellenza nei servizi ai portatori di disabilità cognitivo-motoria, C. Carta, Presidente della sezione Veneto del Comitato Paralimpico Italiano, l’ente che coordina le federazioni che organizzano l’attività sportiva per le persone disabili sul territorio nazionale.

sport4society-2009

2009 i primi passi...

L’attività esterna di S4S inizia nel 2009, prima ancora di costituirsi ufficialmente. “Tutto il bello dello Sport- Solidarietà, legalità, responsabilità” è il titolo del convegno del 30 maggio promosso dalla Fondazione Culturale Responsabilità Etica e organizzato a Firenze nella cornice di Terra Futura. Al convegno, moderato da Luca Corsolini (Sky Sport), intervengono L. Calamai (Gazzetta dello Sport), A. Bondi (Nelson Mandela Forum), R. Chiodo Karpinsky (Peace Games), F. Fossati (UISP), R. Ghiretti (Studio Ghiretti), M. Meggiolaro (Fondazione Culturale Responsabilità Etica), F. Minucci (Basketball Generation MPS), U. Musumeci, C. Testini (“Valore Sociale”).
L’interesse suscitato dall’argomento e la numerosa partecipazione di pubblico stimolano i soci fondatori a creare formalmente il 2 dicembre del 2009 l’Associazione “Sport4Society” (acronimo: S4S).

sport4society-2015

2015

Il C.D. – a seguito di motivate riflessioni- ha realizzato un nuovo assetto organizzativo con la nomina del Segretario Generale nella persona di Luca Musumeci. L’orientamento è quello di favorire una ulteriore presenza e diffusione sul territorio nazionale tramite un nuovo piano di attività in linea con le mutate esigenze dello sport in Italia e nel mondo.
Rientra in questa linea la partnership con il Museo Civico di Montebelluna nella mostra permanente “Scienza e Sport”, che vedrà S4S attivamente impegnata nella organizzazione di convegni, attività di ricerca ed interventi formativi fino a Giugno 2017.
Dopo alcuni anni di attività a livello nazionale, abbiamo voluto quest’anno portare avanti alcune iniziative locali. Abbiamo così partecipato ad un week end sportivo denominato “Cibo week” in ricordo di Silvano “Cibo” Mazzalovo, organizzato insieme al Volley Montebelluna. Oltre ai tornei di Mini Volley, abbiamo coinvolto in questa serata anche l’ex pallavolista Giacomo Sintini che ha presentato il suo libro e la sua storia di sportivo e malato di cancro. Andrea Lucchetta in collegamento skype ha inviato il suo personale contributo. Al termine della serata sono stati premiati i migliori atleti e la migliore squadra in base al loro comportamento e spirito sportivo. Con il Museo di Montebelluna è stata avviata una partnership in occasione della mostra su “Scienza e Sport” che terminerà a Giugno 2017.

sport4society-2013

2013

Vengono ripresi ed approfonditi temi e problemi affrontati nei convegni e negli studi del 2012, per affrontare la complessità del problema relativo alla spesso grave mancanza di legalità nello sport, a livello italiano e internazionale, nelle piccole come nelle grandi organizzazioni sportive. Per farlo abbiamo impegnato alcuni ricercatori ed esperti che hanno impostato e realizzato un oneroso programma di lavoro.
Il primo evento che ha trattato la tematica delle sfide alla legalità in ambito sportivo ha preso spunto nel 2013 dalla presentazione a Milano di “Pallone criminale” a cura e con la partecipazione del co-autore Gianluca Ferraris. Presso la Libreria Popolare di Via Tadino organizzato in collaborazione con Fondazione Culturale Responsabilità Etica.G. Ferraris ha conversato con Sabina Siniscalchi, senior Advisor della FCRE, e Umberto Musumeci, Presidente di Sport4Society, sul tema dell’infiltrazione delle mafie nella gestione del gioco più bello del mondo, evidenziando come la penetrazione della malavita organizzata nel calcio sia ormai assimilabile a qualsiasi altro business criminale.

sport4society-2011

2011

Dal 20 al 22 maggio Uisp e Sport4Society si uniscono a Terra Futura per dire NO all’omofobia e alle discriminazioni nello sport. Domenica 22 maggio presso lo stand Uisp, un workshop dal titolo “Insieme…contro l’omofobia nello sport”, per mettere a confronto vari punti di vista sul tema e dire no alle discriminazioni, per affermare il principio di uguaglianza che “mette in gioco” la corporeità. Hanno partecipato: C. Balsamo, insegnante di Educazione motoria, F. Fossati, presidente nazionale Uisp, U. Musumeci, presidente Sport4Society; L. Sappino, attivista di Arcietero; L. Zanaga, allenatrice di calcio serie D. Coordinava Luca Corsolini, giornalista Sky Sport e vicepresidente Sport4Society
Lo stesso tema è stato trattato da S4S a Bosco Albergati (Modena) il 7 luglio dello stesso anno nel corso dei “Mondiali antirazzisti” organizzato da UISP per dire NO ad ogni forma e tipologia di discriminazione..

sport4society-2010

2010

A Terra Futura-Firenze il 29 maggio 2010 un convegno su “Sport e società: sfide, tendenze, buone pratiche”, con la consegna del premio “Il bello dello sport” a Francesca Porcellato (pluricampionessa paralimpica). Moderato da Luca Corsolini (Sky Sport), il convegno registra interventi di G. Bertin (Fondazione Lanza); M. Calamai (Nelson Mandela Forum); M. Cutillo (Valore Sociale);F. Fossati (UISP); U. Musumeci ; M. Papagna (Altrimondiali) ; S. Siniscalchi (Fondazione Culturale Responsabilità Etica)
Il 5 giugno 2010 un Convegno a Montecatini su “Come sport e no-profit fanno goal insieme” in occasione del Festival della Cultura Sportiva, con la partecipazione di M. Di Lorenzo- Le 4 stelle, Caserta; C. Faraci- CSI; F. Fossati- UISP; F. Giannotta – Terre des Hommes; U. Musumeci – Sport 4 Society; N. Petriccioli – Action Aid Italia; V. Piccioni – La Corsa di Miguel; A. Pinto – Unicef; S. Podini – Olimpic Aid Project : A. Zorzi – Giochi di Pace. In quella occasione è stato consegnato il premio “Il bello dello sport” a Andrea Zorzi (per “Giochi di Pace”). Queste e altre attività erano inquadrate nell’ambito del Progetto “Il bello dello Sport” in collaborazione con la Fondazione Culturale Responsabilità Etica, del gruppo di Banca Etica, e con il sostegno della Fondazione E. Corti.
Preziose sono le testimonianze emerse il 27 novembre nell’incontro di Treviso su “Etica e trasparenza nella gestione delle società sportive” con gli interventi di U. Musumeci, Sport4Society ( Perché lo sport responsabile), E. Lefebre, Verde Sport ( Formazione professionale per lo Sport Management ), G. Bertin, Fondazione Lanza ( Misurare la responsabilità sociale delle organizzazioni sportive è possibile) ; V. Piutti, Treviso Marathon (Il Codice etico nell’ organizzazione di eventi sportivi); D. Brollo, Banca Popolare Etica (Finanza etica e mondo dello Sport). Nella successiva tavola rotonda, le interviste di Luca Corsolini ad ex atleti di rilievo internazionale come P.Gravina, A. Lucchetta, D. Tommasi, sul tema del convegno, hanno arricchito di vita vissuta la tematica.